La menopausa prima o poi arriva: è una fase fisiologica della vita di qualsiasi donna e, in quanto tale, non va di certo vissuta con ansia o considerata una malattia. Certo, i disagi non sono di certo pochi, ma l’importante è essere pronte e anche attrezzate per affrontare le varie problematiche che insorgono, senza perdere tempo e senza lasciarci sopraffare.

“Adesso devo pensare a me stessa”, questa è la frase che molte donne, raggiunta una certa maturità che in genere corrisponde proprio con l’arrivo della menopausa, si ripetono, consce del fatto che ormai, con l’aumento della vita media, debbano compiere un cammino comunque lungo. L’importante è sapersi ascoltare e, riconoscendo i segnali, intervenire senza perdere tempo. Ma quali sono i disturbi più frequenti che si manifestano nelle donne in menopausa?

Prendendo in considerazione quelli intimi, ad esempio, al primo posto abbiamo la “dispareunia” da secchezza vaginale, ovvero la comparsa di dolore nel rapporto sessuale. La scomparsa degli estrogeni in menopausa provocano questa condizione di riduzione dello spessore della mucosa vulvo vaginale e anche la diminuzione della vascolarizzazione che a sua volta porta a perdita di elasticità.  In queste condizioni, è davvero difficile avere una vita sessuale soddisfacente. Il problema si può affrontare attraverso cure farmacologiche, ma oggi, grazie all’innovazione, presso la Sandonato Medica viene premiata la soluzione meno invasiva e senza effetti collaterali.

Saranno i ginecologi, il dott. Fabrizio Zanotti e la dott.ssa Paola Filardo a suggerire il percorso più adatto alle pazienti, mettendo a disposizione, tra gli altri, anche il trattamento laser, una metodica di ultima generazione, altamente tecnologica. Come spiega Zanotti, “Il sistema laser CO2 frazionato irradia gli strati più profondi della parete vaginale e stimolando la produzione del collagene, va ad agire sull’assottigliamento delle mucose. L’effetto rigenerazione è garantito perché la vascolarizzazione viene ripristinata. Senza trascurare il fatto che il trattamento coinvolge anche il basso tratto urinario, quindi l’uretra e la vescica, con un significativo miglioramento dei sintomi dell’invecchiamento urogenitale”.

Sicuramente, il trattamento laser MonnaLisa Touch™è indicato per la cura dei disturbi legati alla menopausa come l’incontinenza urinaria di grado lieve, delle cistiti, delle vaginiti e alla sessualità femminile in generale. “L’alterazione del ph vaginale può essere causa di cistiti e vaginiti: i batteri, infatti, possono risalire attraverso l’uretra e colonizzare la vescica”.

Il trattamento, non doloroso e con effetti benefici immediati e duraturi, è molto apprezzato dalle pazienti che dimostrano notevoli miglioramenti delle loro condizioni, sia per quanto riguarda l’incontinenza da sforzo, sia per quella da iperattività vescicale, oltre che una significativa riduzione del numero di minzioni e del numero di episodi di urgenza da infiammazione. Inoltre, poiché il trattamento non presenta controindicazioni, Monnalisa Touch™, rappresenta la soluzione ideale per quelle donne che non possono sottoporsi a terapie ormonali. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *